Hebdomada Aenigmatum: il primo libro di cruciverba e enigmistica in latino e greco antico – Lucas Cupidus, Ava Rela, Lydia Ariminensis e Theodorus

Luca Desiata[1] (Isernia, 10 dicembre 1971) si è laureato in ingegneria meccanica (110 e lode) nel 1995 all’Università di Pisa. Attualmente svolge mansioni direttive in una impresa, ma è anche uno studioso della lingua latina e persona abile ad inventare giochi enigmistici. È il direttore di pubblicazioni periodiche di enigmistica e parole incrociate come Hebdomada Aenigmatum in latino, Onomata Kechiasmena in greco antico e Semajno de Enigmoj in esperanto.

Di particolare importanza, per una piena comprensione del testo Hebdomada Aenigmatum: primus liber aenigmatum latinorum et graecorum[2] (dato alle stampe nel mese di dicembre del 2018), risulta essere la prefazione, in italiano[3], di un attore latinista (Lorenzo Lavia). Nella stessa Lorenzo Lavia dichiara che: «Vi ricordate il film Smetto quando voglio? Interpretavo insieme a Valerio Aprea una coppia di latinisti costretti a sbarcare il lunario lavorando come benzinai di notte. Ma se già ai tempi di Smetto quando voglio? quello del latinista mi sembrava un lavoro con poche prospettive di carriera, mai avrei pensato che potessero esistere dei creatori di cruciverba in latino. Addirittura in greco antico! Follia, genio, divertimento. Non saprei come definirlo. Di certo il risultato è il prodotto più pop che si possa immaginare per un libro di latino.

 

 

Confesso che all’inizio non ho avuto il coraggio di aprire questa settimana enigmistica nella lingua di Cicerone. Ero intimorito, quasi spaventato di sentirmi inadeguato o di trovare chissà quale mostro. Poi invece ho provato. Il primo crucigramma facile mi è sembrato abbastanza fattibile. Prima syllaba Solonis non ci vuole certo una laurea in filologia classica per trovare la soluzione. Oppure negli schemi successivi Roma caput _ e Tu quoque, Brute _ mi mi hanno fatto sentire quasi quasi un vero esperto della materia. I crucipuzzle (inquisitio verborum) addirittura non richiedono nessuna conoscenza di latino. Basta cercare nello schema le parole elencate e cerchiare le lettere inutilizzate che andranno a formare la soluzione. Il sudoku con i numeri romani (quadratum latinum) lo trovo semplicemente geniale. A chi consiglierei questo libro? Solo a veri latin lover!».

Si ritiene che quanto detto nella prefazione da Lorenzo Lavia abbia spiegato a sufficienza scopi e finalità del libro preso in esame. Un testo meritevole di attenzione che si consiglia di comprare e/o regalare agli appassionati di cruciverba e ai cultori delle lingue classiche (latino e greco antico).

[1] Curatore dell’opera sopramenzionata.

[2] Si rammenta l’articolo pubblicato sul blog Storie di Storia: LOVELLI, G. A che servono i Greci e i Romani?; https://storiedistoria.com/2019/11/a-che-servono-i-greci-e-i-romani-maurizio-bettini/ [2 novembre 2019].

[3] Ve ne è una pure in latino ed un’altra in inglese.

 

Titolo: Hebdomada Aenigmatum: il primo libro di cruciverba e enigmistica in latino e greco antico

Autori: Lucas Cupidus, Ava Rela, Lydia Ariminensis e Theodorus

Editore: Maison du dictionnaire

LINK

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.