Speziali a Siena nei secoli XIV-XV – Veronica Ambrosino

“Speziali a Siena nei secoli XIV-XV” è un saggio storico-medievale. Dopo una prima uscita nel 2018 in auto-pubblicazione a cura dell’associazione Italia Medievale, è appena tornato disponibile sotto una nuova “veste” sia in formato cartaceo che in formato E-book, con la casa editrice “Maratta Edizioni”.

Il saggio prende in esame l’arte degli speziali senesi per poi lasciare spazio, in appendice, ad un approfondimento sugli speziali francescani del convento della Verna.
Questo lavoro è il frutto di uno studio molto preciso e attendo sul mondo degli speziali medievali senesi. In particolar modo si fa riferimento alla loro professione e alle regole a cui dovevano sottostare per poter far parte dell’Arte; a tal proposito, nel saggio, vengono dettagliatamente analizzati alcuni passaggi del “Breve degli speziali” redatto nel 1356 e attualmente conservato presso l’Archivio di Stato di Siena.

 

Antica Siena

Siena, in epoca medievale, vede la comparsa di un ospedale cittadino posto su un punto strategico quale la via Francigena e che è considerato un punto focale e fondamentale per i pellegrini e la popolazione senese: il Santa Maria della Scala. Tale ospedale nasce per volere dell’opera del Duomo, inizialmente è considerato un punto di ricovero per i pellegrini ma nel corso del tempo divertirà anche istituto caritatevole (in esso trovavano alloggio gli esposti) e luogo di ricovero per gli ammalati. In tale struttura sorge, quindi, una spezieria. Nel saggio viene dettagliatamente analizzata e studiata.

Interessante il capitolo che tratta la ricostruzione interna della spezieria di Domenico di Bartolomeo di Luca aromatario senese, speziale realmente esistito e di cui nel saggio si analizza scrupolosamente, grazie allo studio dell’inventario della bottega, la sua attività economica, portando alla luce tutti quegli oggetti e quei medicamenti, ma non solo, che lo speziale era in grado di produrre. La spezieria riserverà numerose sorprese, che faranno capire meglio, al lettore, quella che era la vita di uno speziale.

 

Convento francescano della Verna

L’appendice del saggio, come detto sopra, tratta la spezieria del convento francescano della Verna, luogo sacro a S. Francesco.
Il saggio, scritto in maniera divulgativa adatta al vasto pubblico, racconta numerose curiosità e aneddoti che rendono la lettura interessante. La prerogativa principale è stata dunque quella di scrivere qualcosa
alla portata anche dei non esperti dell’epoca medievale e soprattutto mostrare uno spaccato di vita quotidiana medievale in un’ottica che si differenziasse dall’errata assimilazione del Medioevo a un’epoca “buia” quando, invece era ricca di colore e sfaccettature.

Veronica Ambrosino classe 1993. Nel 2017 si laurea in Scienze storiche e del Patrimonio Culturale presso l’università di Siena. Nel 2019 ha partecipato al Congresso Nazionale di Storia della Farmacia con il suo articolo “La Spezieria dell’Ospedale del Santa Maria della Scala di Siena: le spezie, la cura”. Dalla sua passione per la storia medievale sono nati la sua pagina Facebook e il suo blog “Recensioni medievali. Di Veronica Ambrosino”.

 

Titolo: Speziali a Siena nei secoli XIV-XV 

Autore: Veronica Ambrosino

Editore: Maratta Edizioni

Pagg. 73

LINK

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.