Il Volo del Grifone – Alessandro Spalletta

 

Capitolo finale della trilogia del Grifone di Alessandro Spalletta di cui Storie di Storia ha recensito i due volumi precedenti: Il Cavaliere del Grifone e La Spada e il Grifone.

 

TRAMA

Toscana, A.D. 1331

La guerra di Siena contro i nobili fedeli all’Impero non è ancora finita.
Lo scaltro Guidoriccio da Fogliano comanda gli eserciti della Repubblica. Abile e spavaldo, il condottiero emiliano è inarrestabile. I grossetani assetati di vendetta e il gelido Filippo Bonsignori si schierano al suo fianco: il destino del Conte Aldobrandeschi sembra segnato.
Le ferite inferte alla Maremma dagli eserciti di Ludovico il Bavaro non si sono ancora rimarginate. Bino degli Abati del Malia dovrà guidare il suo popolo verso la salvezza, ma dovrà scontrarsi col destino per riuscirci.
Sotto le ceneri dell’alleanza contro il nemico comune, covano le braci di un conflitto più antico. Mentre Firenze e il Regno di Napoli restano a guardare, Pisa è pronta a intervenire e a far valere tutto il suo potere.
La partita non è ancora finita. La Toscana è la scacchiera e i pezzi si muovono inesorabili.
Il momento della resa dei conti è finalmente arrivato.

 

Alessandro Spalletta

 

AUTORE

Alessandro Spalletta è nato a Grosseto, in Toscana, nel 1988. Cresciuto in Maremma, nel 2013 si è laureato in Lingue e Letterature Straniere all’Università degli Studi della Tuscia, ottenendo una menzione speciale e la dignità di stampa per la sua tesi sulla liquidità del canone letterario.
Nell’ottobre 2018 ha pubblicato il suo primo romanzo intitolato “Il Cavaliere del Grifone”, con il quale è stato finalista al premio letterario nazionale “Il Borgo Italiano” nell’edizione 2019.
La Saga del Grifone è una trilogia di romanzi storici ambientati nel medioevo italiano. Sono ispirati alla vera storia di Bino degli Abati del Malia, nobile condottiero vissuto nel XIV secolo.

 

RECENSIONE

A.D. 1334

Romanzo, audace, fresco e frizzante. Troviamo personaggi “vecchi” e “nuovi” che non annoiano mai, anche quelli che conosciamo meglio e di cui abbiamo già sentito apiamente parlare nei romanzi precedenti, uno su tutti il protagonista indiscusso della saga: Bino degli Abati del Malia. Lo vediamo crescere, romanzo dopo romanzo, come uomo, marito, padre, alleato, amico… nemico. Bino è un personaggio forte e carismatico che trascina un popolo verso la libertà e insegna ai suoi figli che non esiste sapore più dolce dell’indipendenza da quella città tanto temuta e odiata da Grosseto: Siena.

Siena, con i Nove e tutta la sua organizzazione politica e sociale è una delle città più importanti e influenti della Toscana, fa il buono e il cattivo tempo di uomini, territori, destini, battaglie. Fra le file senesi spicca ancora la figura di Filippo Bonsignori: guerriero e politico, affabile e gentiluomo, il suo personaggio, nel corso di questo romanzo, ci riserverà molte soprese che faranno ricredere il lettore sulla reputazione di quest’uomo.

 

Lapide a ricordo dell’assedio di Grosseto del 1328

 

Rincontriamo poi un personaggio femminile che fa parlare di sé fin dai primi romanzi: Elena Bonsignori, sorella del sopracitato Filippo, è senese di nascita ma, in questo romanzo, diventa grossetana di cuore. Il suo carattere è notevolmente mutato dal romanzo precedente; diventa di un sapore agro-dolce come quello delle rose bagnate dalla rugiada, un misto fra tenerezza, amore, compassione, carità e tenacia, testardaggine e durezza. Una donna a tutto tondo che in questo romanzo cresce arrivando all’apice della sua personalità.

Incontriamo personaggi nuovi come la figlioccia di Madonna Bonsignori: Marlene, giovane e frizzante ragazza che rapisce il cuore del secondogenito di Bino, il giovane Malia. Il suo è un personaggio chiave per la risoluzione della saga.

Spalletta, ancora una volta, col suo romanzo, ci sottolinea la sua preparazione storico-medievale impeccabile dimostrando di avere un gran bagaglio culturale per quello che concerne le battaglie e le strategie di guerra medievali.

La scrittura è veloce e non annoia il lettore. Le parole sono chiare e il tutto scorre in modo lineare seguendo un quadro e un filo logico ben delineato, senza mai andare fuori tema.

Il Grifone ha così una fine che gli fa onore e gli porta rispetto!

Per Grosseto libera! Per Bino!

Buona lettura a tutti.

 

Titolo: Il Volo del Grifone

Autore: Alessandro Spalletta

Editore: Indepently Published

Pagg. 367

LINK

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.