Per gli antichi egizi, l’essere vivente era costituito da un insieme di parti: quelle con caratteristiche fisiche come il nome, il cuore, il corpo e l’ombra, e altre spirituali come il Ka, il Ba e l’Akh. Per vivere e proseguire l’esistenza anche nell’Aldilà, l’individuo aveva bisogno di tutti questiContinua a leggere

  Dopo aver affrontato la tematica di Giordano Bruno e del suo indebito innalzamento ad icona della scienza e della libertà di espressione, parleremo oggi di un’altra figura che è stata identificata, più o meno per gli stessi motivi, come una martire della laicità e del libero pensiero. Lo stessoContinua a leggere

Il titolo di questo articolo parrà certamente un ossimoro: “femminismo” e “medioevo” paiono infatti in profondo conflitto tra loro. Siamo restii a immaginare l’epoca che segue la caduta dell’Impero Romano d’Occidente anche solo come un periodo in cui la donna aveva dei diritti, figuriamoci immaginarci una donna femminista! Eppure proprioContinua a leggere

I Santi Felice e Adautto furono testimoni eroici della fede cristiana, professata anche davanti alla morte, venendo ammazzati probabilmente nel corso delle persecuzioni dell’imperatore Diocleziano (Salona, 22 dicembre 244[1] d.C. – Spalato, 313[2] d.C.). Sono oggetto di venerazione per lo meno dal IV secolo d.C. e quanto detto è comprovatoContinua a leggere

« Quando il martirio più spaventoso ha colpito il nostro popolo, durante i dieci anni del terrore nazista, la voce del pontefice si è levata a favore delle vittime. Noi piangiamo la perdita di un grande servitore della pace. » (Golda Meir, Ministro degli Esteri di Israele, 1958) Nella ricorrenzaContinua a leggere

Amada è una cittadina posta nell’Egitto meridionale, facente parte in passato della Nubia[1]. La denominazione in egizio antico era Neter-hwt-Ra-Harakhte ovvero La casa divina di Ra-Harakhti[2]. Si trova vicino a El-Dirr, sulla sponda sinistra del Nilo. Ad Amada vi è una costruzione destinata al culto religioso di Amon-Ra[3] e Ra-Harakhti,Continua a leggere

Circa ottocento anni dopo la fondazione di Roma una nuova religione comincia a diffondersi rapidamente nell’Impero. Gli adepti del nuovo culto affermano che i loro principi sono legati ad un uomo proveniente dalla Galilea, condannato dalle autorità romane a patire il supplizio della croce. Il dibattito circa l’esistenza o menoContinua a leggere

Tenaglie che strappano le unghie o i capelli, lame che lacerano le carni e i tendini, le urla di dolore dei prigionieri in bui sotterranei: questa è, nell’immaginario popolare, la descrizione di ciò che fu l’Inquisizione, il tribunale ecclesiastico deputato a giudicare e condannare streghe ed eretici. È tuttora inContinua a leggere