John Clem, il più giovane soldato della guerra civile americana.

John Clem nacque a Heath, nell’Ohio, nel 1851, con il nome di John Joseph Klem. All’età di 9 anni, un anno dopo che la madre era stata uccisa, scappò di casa e cercò di arruolarsi nella 3a Fanteria dell’Ohio. Si presentò come John Lincoln Clem, adottando il nome del presidente per dimostrare di essere un vero “uomo dell’Unione”, tuttavia il comandante gli rispose che “non stava arruolando i bambini” e lo rifiutò.

 

John “Lincoln” Clem

 

John non si diede per vinto e cercò allora di entrare a far parte del 22 ° Michigan che si trovava in quel momento stanziato a Camp Dennison, a Cincinnati. La sua candidatura venne nuovamente rifiutata ma il ragazzino, non avendo nessun altro posto dove andare né una casa alla quale voler tornare, rimase presso i soldati, i quali lo ospitarono per tutto l’anno successivo. Quando questi, nel 1862, lasciarono Cincinnati, John li seguì assumendo il ruolo di “drummer” (suonatore di tamburo) per il reggimento. I membri della compagnia iniziarono persino a pagargli uno stipendio mensile di 13 dollari al mese, pagati di tasca loro.

Nell’aprile successivo, il tamburo di Clem fu distrutto da un colpo d’artiglieria e il ragazzino rimase ferito. Il fatto venne riportato come una notizia minore della guerra, ma è la prima citazione del nome di John, presentato come “Johnny Shiloh, The Smallest Drummer”.

Per John Clem la notorietà arrivò un anno dopo, quando il 22 ° Michigan prese parte allo scontro in Georgia conosciuto come Battaglia di Chickamauga, la seconda più sanguinosa battaglia della guerra civile americana.

Lo scontro si trascinò per tre giorni e il terzo giorno le cose iniziarono a mettersi male per le forze dell’Unione. Molti degli uomini del 22° erano stati catturati e John sfuggì riparando verso le retrovie a cavallo di un cassone di artiglieria. Venne raggiunto da un ufficiale confederato che gli intimò di arrendersi immediatamente. Il ragazzino, invece, impugnò il proprio moschetto – modificato per adattarsi alle sue dimensioni – e sparò contro l’ufficiale, uccidendolo.

 

 

Una volta tornato alla sua unità, John venne promosso al grado di sergente diventando, a soli 12 anni, la persona più giovane che abbia mai posseduto quel grado nell’esercito.

In seguito venne catturato e tenuto come prigioniero di guerra per due mesi ma successivamente liberato. Quando l’avventura di John Clem durante la battaglia apparve su un giornale, il ragazzo divenne quasi improvvisamente una celebrità. Gente in tutto il mondo lo conobbe come il “Drummer Boy of Chickamauga”. Prima di essere dimesso dall’esercito, all’età di 13 anni, John Clem sarebbe stato promosso a caporale.

Dopo la guerra civile cercò di entrare a West Point ma fu respinto a causa della sua scarsa scolarizzazione. Un appello personale al presidente Ulysses S. Grant, il suo comandante generale a Shiloh, gli valse, nel 1871, il 2 ° di Luogotenente nell’Esercito regolare.

John Clem avrebbe di nuovo visto l’azione durante la guerra ispano-americana. Nel 1903 divenne Colonnello e servì come vice direttore generale. Nel 1916 lasciò definitivamente l’esercito con il grado di Generale, dopo ben 53 anni di servizio militare attivo.

Il generale Clem morì a San Antonio, in Texas, il 13 maggio 1937, 3 mesi prima del suo 86 ° compleanno, ed è sepolto nel Cimitero Nazionale di Arlington.

Dalla sua storia sono state tratte opere teatrali e composta una musica per ricordare la Battaglia di Chickamauga. Nel 1963, la Disney trasse dalla vicenda un film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *